Come fornire al coniglio una dieta naturale | Blog animali

Come fornire al coniglio una dieta naturale

In natura i conigli mangiano esclusivamente erba e piante, mentre la maggior parte dei proprietari di conigli da compagnia offrono loro un'alimentazione a base di fieno, cibo per conigli mixato e, alcune volte, erba fresca.

Mentre l'alimentazione secca può essere la più conveniente per il coniglio, non è esattamente la più indicata, dato che, in natura, non mangerebbero un'accurata selezione di semi.

L'apparato digerente dei conigli è molto sensibile e deve rimanere vivace in ogni momento, il che significa che i conigli mangiano naturalmente durante tutto il corso del giorno, per mantenere attivo il loro sistema digestivo. Se si dovesse fermare per un po' di tempo, per mancanza di cibo, sarà difficile incoraggiare il coniglio a iniziare a mangiare di nuovo riportandolo all'attività naturale, poiché, semplicemente, non sono progettati per mangiare grandi quantità di cibo a orari stabiliti o velocemente.

La migliore dieta per nutrire un coniglio da compagnia è quella che imita il più possibile quella che lo sostenterebbe in natura, possibilmente senza cibi già pronti. Il coniglio dovrebbe avere un'alimentazione adeguata al suo stile di vita naturale, eliminando, possibilmente, i cibi già pronti e confezionati presenti in commercio.

E' molto più impegnativo, ovviamente, fare così rispetto ad acquistare semplicemente un pacchetto di cibo pronto da servire, ma la salute e il benessere del coniglio è la cosa più importante, garantirgli uno stile di vita più simile possibile a quello naturale potrebbe essere un modo per farlo vivere sano e in forma.

In questo articolo vedremo quali sono le componenti di una dieta naturale per un coniglio e come nutrirlo correttamente. Continuate a leggere per saperne di più!

La dieta di fieno e verdure a foglia verde

La dieta più naturale che si possa fornire al coniglio da compagnia dovrebbe essere a base di fieno e verdure a foglia verde: in sostanza, il fieno viene fornito come sostituto dell'erba, le verdure a foglia verde rappresentano ciò a cui avrebbe accesso il coniglio in natura.

Scopriamo come dovrebbe essere strutturata la dieta nel paragrafo seguente.

Fieno

Prima di tutto occorre ricordare che la dieta del coniglio dovrebbe essere principalmente a base di fibre di ottima qualità, cioè erba o fieno. Se il coniglio può pascolare nel vostro giardino, questo favorirà l'accesso, per lui, a una vasta gamma di fibre necessarie. Se il coniglio, però, vive in casa sarà necessario fornirgli una costante quantità di fibre ottime, specialmente fieno.

Comprare fieno confezionato di alta qualità, progettato solo per i conigli, è la scelta migliore. È ricco di tutte le sostanze nutritive di cui l'animale ha bisogno, oltre a essere sicuro per la sua alimentazione. I conigli non devono mai essere nutriti dei ritagli dei tosaerba, sempre meglio acquistare fieno in negozi specializzati.

Verdure a foglia verde

Così come il fieno, il coniglio dovrebbe avere una buona dose di verdure verdi freschissime, acquistabili dal fruttivendolo, o di semplice foraggio. A meno che non si abbia esperienza con il foraggio, è consigliabile evitare di raccoglierlo autonomamente in quanto potrebbe procurare dei problemi.

Idealmente il coniglio dovrebbe avere una dose di cinque diverse verdure giornaliere, fresche, pulite, sicure e appropriate per l'animale.

Potrebbe essere una buona idea quella di stampare una lista di verdure a foglia verde da portare con sé, in modo da essere sempre certi di fare la scelta migliore per il proprio amico a quattro zampe. Mentre un gran numero di verdure a foglia verde risultano appropriate per i conigli, altrettante non lo sono, compreso ciò che nasce da bulbi o semi. Alcune verdure, anche se non propriamente tossiche, potrebbero invece essere troppo ricche e quindi troppo difficili da digerire.

Fare cambiamenti nella dieta

Non si dovrebbero mai fare cambiamenti improvvisi alla dieta del coniglio, aspetto importante al quale fare attenzione se si sta passando da una dieta commerciale a una dieta naturale.

Il cambiamento deve essere organizzato e spalmato su due-quattro settimane, procedendo poco a poco eliminando gradualmente il cibo commerciale, da sostituire con un livello sempre più elevato di prodotti freschi e fieno. Il coniglio deve avere accesso a erba o fieno in ogni momento, che non dovrà mai essere appassita o in decomposizione.

Si può, ovviamente, continuare a offrire al coniglio una minima dose di cibo commerciale, utile per garantirgli una dieta ancora più completa. Se sono molto meticolosi mangeranno solo una selezione ristretta di verdure.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 3 persone con una media di 5.0 su 5.0)

0 Commenti

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty