Quando i gatti starnutiscono: le cause, i sintomi e le cure | Blog gatti

Quando i gatti starnutiscono: le cause, i sintomi e le cure

Indice dei contenuti

Gli starnuti sono il risultato di un'espulsione involontaria di aria attraverso la bocca e il naso, causata da un irritazione alle mucose del naso. Uno starnuto ogni tanto non è una ragione per la quale dovreste preoccuparvi: tutti i gatti starnutiranno, ogni tanto. Se gli starnuti sono persistenti e/o sono accompagnati da altri sintomi, c'è invece bisogno delle attenzioni di un veterinario per scoprire le cause che stanno dietro a questo problema.

Quali sono le cause degli starnuti nei gatti?

Ci sono molte cause dietro agli starnuti. Alcune sono più serie di altre.

  • Un infezione alle vie respiratorie superiori (causata da un virus oppure da un batterio). Questa è la causa più comune dello starnuto nei gatti.
  • Allergie per esempio ai pollini (raffreddore da fieno).
  • Sostanze irritanti (fumo di sigarette, polvere, etc.)
  • Corpi estranei (semi d'erba, etc.).
  • Ascessi dentali.
  • Polipi nasali.
  • Cancro nasale.
  • Infezioni causate da funghi.

Dovrei andare da un veterinario?

Se gli starnuti sono l'unico sintomo che vedete nel vostro gatto, e se sembra stare bene, forse sarebbe solo il caso di aspettare e osservare la situazione. Se, invece, ci sono altri sintomi, come il naso che cola, o gli occhi che lacrimano, febbre, perdita di appetito, perdita di peso, letargia, o gli starnuti non smettono dopo alcuni giorni, allora il vostro gatto dovrebbe essere visitato da un veterinario.

Come fa il vostro veterinario a diagnosticare una causa?

Il vostro veterinario farà un esame fisico del vostro gatto e controllerà la storia medica dell'animale. Chiederà se gli starnuti sono un disturbo acuto (problema insorto improvvisamente) o cronica (problema che si protrae nel tempo), se sono legati a un periodo particolare (per esempio se sono stagionali), se ci sono altri sintomi che accompagnano gli starnuti, per esempio espulsione di fluidi. Tutto questo può aiutare il vostro veterinario a circoscrivere le cause possibili del problema.

Ci sono diversi tipi di espulsione di fluidi: sierosa (trasparente), mucosa, purolenta, sanguinosa. Il tipo di espulsione può aiutare il vostro veterinario a trovare la causa.

Se gli starnuti sono accompagnati da espulsione di muco nasale o da muco negli occhi, febbre, perdita di appetito, abrasioni alla bocca, la probabile causa è un'infezione alle vie respiratorie superiori.

Se il gatto si gratta la testa a si tocca il naso con la zampa, probabilmente c'è un corpo estraneo bloccato nelle narici.

I polipi nasali sono abbastanza rari nei gatti.

Se il gatto sembra soffrire di pruruto, si gratta la faccia o le zampe, la causa potrebbero essere allergie.

Se gli starnuti vengono solo in un particolare periodo dell'anno potrebbero essere causati da un'allergia stagionale, per esempio al polline.

Se gli starnuti vanno e vengono per alcune ore, questo potrebbe essere causato da un'irritazione nasale o un altro tipo di allergia (al fumo, a un profumo, etc). In questo caso, il vostro veterinario potrebbe consigliare di portare il vostro gatto in un ambiente nuovo per un po' di giorni per vedere se gli starnuti si interrompono.

Gli starnuti accompagnati da sangue potrebbero essere un segno di un cancro nasale o di un infezione da funghi.

Alcuni test che il veterinario potrebbe ordinare sono:

  • Esame citologico (esame microscopico) delle secrezioni nasali.
  • Coltura batterica delle secrezioni nasali.
  • Biopsia del tessuto nasale.
  • Rinoscopia (esame del canale nasale) con un piccolo tubo flessibile chiamato endoscopio. Di solito è necessaria un'anestesia.
  • Una radiografia o una tomografia possono scoprire un ascesso dentale o un cancro. Questo tipo di esame richiede un'anestesia totale.
  • Un conteggio delle piastrine se c'è sangue dal naso.
  • Esame sierologico per scoprire infezioni da fungo.

Come si curano gli starnuti nei gatti?

La cura è mirata a risolvere le cause che stanno dietro allo starnutire e potrebbero essere:

  • Cure dentali e possibile rimozione di un dente nel caso di ascessi.
  • Medicine fungicide per infezioni da funghi.
  • Antibiotici per infezioni batteriche. Queste potrebbero essere primarie o secondarie.
  • Interventi chirurgici (se possibile), chemioterapia e/o radiografie nel caso di tumori.
  • Le vaccinazioni sono il migliore modo di prevenire infezioni virali nei gatti, ma se il vostro gatto ha preso l'"influenza dei gatti" (herpes felino o calicivirus felino), nella maggior parte dei casi una cura di supporto è l'unica cosa da somministrare. Questo potrebbe consistere nel bere molti fluidi per curare la disidratazione, cibare il gatto se è diventato anoressico, rimozione di muco dal naso per aiutare la respirazione. La L-lisina potrebbe essere prescritta se la causa è l'herpes felino. Potrebbero anche essere prescritti farmaci antivirali. Gli antibiotici non hanno nessun effetto sui virus, ma possono essere prescritti per curare le infezioni batteriche secondarie.
  • Se la causa è un corpo estraneo, la sua rimozione. La maggioranza dei corpi estranei sono causati da steli o semi d'erba.
  • Se possibile, rimozione della causa dell'allergia.
  • Chirurgia per rimuovere i polipi nasali.

Se il vostro gatto ha molto catarro, metterlo in una stanza da bagno calda e piena di vapore può aiutare a liberare le vie respiratorie. In certi casi, il vostro veterinario potrebbe raccomandare l'uso di spray nasali salini o decongestionanti per aiutare a alleviare le chiusure nasali. Non somministrate mai medicine umane al vostro gatto per curarlo quando starnutisce senza la supervisione di un veterinario.

Gli stimolanti dell'appetito potrebbero essere necessari se il gatto non mangia.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 4.8 su 5.0)

0 Commenti

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty