Gatti che russano: Normale o preoccupante? | Petyoo

Gatti che russano: Normale o preoccupante?

Non è un segreto: i gatti amano dormire. Lo fanno spesso e lo fanno bene. Potrebbe capitarvi di sentire il vostro dolce gattino emettere un ronfo simile al rumore di una motosega in lontananza. Vi potrebbe allora sorgere il dubbio: è normale che i gatti russino?

Quand’è che il russare dei gatti è (probabilmente) innocuo?

I gatti hanno cicli di sonno proprio come quelli gli umani. Hanno infatti una fase di movimento oculare rapido (REM), durante la quale le vibrisse possono tremare, le zampe si possono muovere, e i muscoli facciali tendono a contrarsi. C’è poi una fase più profonda del sonno, e quindi non REM, nella quale il gatto è totalmente rilassato. Ed è proprio in questa fase che molte persone potrebbero sentire il proprio gatto che russa.

Se il vostro gatto russa solo di tanto in tanto, probabilmente non c’è nulla di cui preoccuparsi. Se invece capita spesso, ma è un’abitudine che il gatto ha da sempre senza presentare altri segni di eventuali patologie, è probabile che non si tratti di un caso clinico. Qui sotto trovate elencati esempi di gatti che tendono a russare più facilmente:

  • I gatti sovrappeso hanno una maggiore tendenza a russare. Pur non essendo una condizione particolarmente preoccupante, l’obesità può comunque portare a diversi problemi di salute anche piuttosto gravi.

  • I gatti brachicefali russano più di altre razze. I brachicefali hanno un muso più schiacciato, tipico ad esempio dei Persiani. In questo caso, la stenosi nasale ed il palato molle troppo lungo sono le principali cause di un sonno rumoroso.

  • Il vostro gatto potrebbe semplicemente dormire in una posizione insolita facendolo russare temporaneamente.

Quando c’è da preoccuparsi?

Russare è generalmente normale per i gatti, ma ci sono casi in cui potrebbe invece indicare la presenza di patologie mediche. Se notate che alcuni di questi sintomi accompagnano il russare del vostro gatto, contattate immediatamente il veterinario:

  • Secrezioni dagli occhi o dal naso, starnuti o ferite sul naso potrebbero essere sintomatiche di un’infezione del tratto respiratorio superiore. In questo caso, il vostro gatto tenderebbe a russare a causa del muco che gli ostruisce le narici.

  • Calo o assenza dell’appetito o apatia: si tratta sempre di sintomi di malessere nel gatto che bisogna tenere sotto controllo.

  • Suoni simili al russare che il gatto emette da sveglio:

    • Stertore: Un rumore a sonorità bassa simile al russare.
    • Stridore: Un rumore a sonorità acuta che il gatto emette quando inspira o espira.
    • Sibilo: Un rumore a sonorità acuta che avviene nei polmoni durante la respirazione.
  • Starnuto inverso: Una forte inspirazione d’aria che avviene nel naso.
  • Tosse
  • Quando sta seduto con il collo proteso e ha il respiro affannato: se il vostro gatto presenta questo sintomo di difficoltà respiratoria dev’essere immediatamente visitato da un veterinario.
  • Respirare a bocca aperta (ansimare) è un’anomalia nei gatti che dev’essere controllata da un veterinario.

I sintomi elencati potrebbero indicare che una delle seguenti patologie è in atto:

  • Infezione del tratto respiratorio superiore.
  • Asma felina: causa gonfiore dei tessuti nei polmoni del gatto. Potrebbe essere causata da allergie, parassiti, obesità o malattie cardiache.
  • Polipi o tumori nelle cavità nasali o sinusali
  • Gravi patologie dei denti
  • Patologie cardiache
  • La maggior parte delle volte, il ronfare dei gatti è innocuo e addirittura dolce. Fate solo attenzione a sintomi che potrebbero indicare la presenza di qualcos’altro, e in tal caso portate subito il vostro gatto dal veterinario.
Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 1 persone con una media di 5.0 su 5.0)

0 Commenti

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty