10 Modi per aiutare il tuo gatto anziano | Blog Gatti | Petyoo

10 Modi per aiutare il tuo gatto anziano

I gatti, con l’avanzare dell’età, tendono a cambiare sotto molti punti di vista. I gatti anziani amano ricevere coccole e attenzioni, e sono molte le cose che potete fare per aiutarli. I gatti di solito diventano anziani intorno ai 12 anni. Ma come le persone, i gatti invecchiano con ritmi diversi, e dovresti tenere sotto controllo il tuo per scoprire quand’è che inizia ad aver bisogno di aiuto. Ecco alcune cose che puoi fare per aiutare un gatto che non è più giovane come prima…

1. Aiutalo con la pulizia

Il tuo gatto quando era giovane si puliva e si sistemava il pelo da solo, senza avere bisogno d’aiuto. Ma i gatti anziani potrebbero incontrare delle difficoltà, magari perché il fisico non è più quello di una volta. Se vedi che il tuo gatto non è più flessibile come prima, o che il suo pelo non è più liscio e lucente, forse è ora di aiutarlo con la tolettatura. Utilizza una spazzola morbida o un pettine delicatamente, sicuramente lo farai felice.

2. Controlla gli artigli

I gatti di solito sanno prendersi cura dei loro artigli sfregandoli sugli alberi o sui pali tiragraffi. Evitano anche di farli diventare troppo lunghi e troppo appuntiti facendo molta attività fisica e correndo qua e là. Gli artigli dei gatti anziani rischiano di crescere troppo, rendendogli difficile anche camminare. Anche il pericolo degli artigli incarniti in questo caso è dietro l’angolo – è molto doloroso per il gatto. Quindi controlla spesso gli artigli del tuo micetto e se c’è bisogno di accorciarli, taglia le punte molto delicatamente. Il veterinario può farti vedere come fare se non l’hai mai fatto, perché devi stare molto attento in quanto potresti fargli male.

3. Facile accesso al letto

Tieni d’occhio il tuo gatto e vedi se ancora riesce a mettersi nel letto, o dovunque preferisca dormire. Se non riesce più a fare i movimenti di una volta, potrebbe avere difficoltà a saltare sul letto. Assicurati che il suo giaciglio preferito sia facilmente accessibile.

4. Facile accesso alla lettiera

Proprio come con il letto, il gatto potrebbe avere difficoltà ad accedere a una lettiera posizionata in modo poco favorevole. Inoltre,consigliamo di acquistare per quei gatti che sono abituati ad uscire per fare i bisogni, una lettiera da tenere in casa così da rendere il tutto meno faticoso se fuori fa freddo o piove. Se il tuo gatto ha degli accidenti occasionali, o se vedi che si sforza, procuragli una lettiera facilmente accessibile. E tieni sempre d’occhio il gatto per vedere se è costipato o se ha problemi ad urinare, perché sono problemi comuni nella vecchiaia.

5. Acqua e ciotole per il cibo

Molte persone mettono le ciotole del cibo e dell’acqua su una mensola per toglierle di mezzo. Va bene se il gatto è giovane, ma potrebbe essere difficile per un gatto anziano saltare per raggiungerle. Quindi metti le ciotole del cibo e dell’acqua in un posto facilmente raggiungibile e ricorda che i gatti anziani spesso perdono l’olfatto, e tendono ad avere più voglia di mangiare se il cibo è leggermente riscaldato.

Approfondimenti sui gatti anziani:

6. Trespoli alti

Tutti i gatti, anche quelli più anziani, adorano avere un posto tutto loro in cui sedersi e sentirsi al sicuro mentre guardano il mondo che li circonda. Ma quei gatti un po’ più anziani non hanno più l’agilità che serve per saltare sulle mensole, sui mobili e sugli armadi. Se noti che il tuo gatto a difficoltà a farlo, procuragli uno sgabello o un gradino.

7. L’ora dei giochi

I gatti anziani spesso perdono la voglia di giocare. Ma il gioco a loro fa bene, perché li tiene in movimento e stimola il corpo e la mente. Il tuo gatto adorerà giocare con te, anche con il più semplice dei giocattoli, ma ricorda sempre di non affaticarlo troppo.

8. Routine

Ai gatti piace la routine e odiano i cambiamenti. E questa preferenza si intensifica con l’avanzare dell’età. Cerca di mantenere le sue abitudini tali, e se c’è un nuovo arrivo in famiglia, concedi al gatto anziano molto tempo per abituarcisi.

9. Microchip

Si spera che il gatto abbia già un microchip. Nel caso non lo avesse, mettiglielo subito, perché i gatti anziani perdono l’orientamento facilmente e si dimenticano dove vivono, e si perdono. Se hanno un microchip, qualsiasi veterinario può scansionarlo e localizzare il gatto, ovunque esso sia.

10. Visite dal veterinario frequenti

Chiunque abbia un gatto sa che deve farlo visitare almeno una volta l’anno, di solito quando ha i richiami dei vaccini. Ma molti veterinari consigliano di far visitare i gatti più anziani almeno ogni 6 mesi. Ci sono molte malattie che tendono a colpire i gatti più anziani, malattie facilmente trattabili se diagnosticate abbastanza in anticipo – alcuni esempi sono malattie renali, ipertiroidismo e artrite. È facile che i primi sintomi passino inosservati, perché i gatti ovviamente non sono in grado di dirti se hanno dolore o se stanno male, e spesso nascondono ogni sintomo.

Approfondimento: Problemi di salute comuni dei gatti anziani

Se segui questi piccoli consigli, il gatto ne trarrà beneficio e vivrà in salute per molti anni. Molti gatti al giorno d’oggi arrivano alla veneranda età di 20 anni. Per raggiungere certe età il gatto ha bisogno di cure di aiuto che tu sicuramente sarai felicissimo di dargli.

Approfondimento: I segnali che un gatto anziano sta per morire

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 1 persone con una media di 5.0 su 5.0)

0 Commenti

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty