Regolare il ciclo dell’acquario | Blog Aquaristica | Petyoo

Regolare il ciclo dell’acquario

Cosa deve sapere ogni proprietario di un pesciolino per regolarizzare il ciclo d’acqua nell’acquario.

Una delle difficoltà maggiore che ogni proprietario di un pesciolino deve affrontare è comprendere come si regolarizza il ciclo idrico dell’acquario, fondamentale per fornire un ambiente stabile al proprio pesciolino e prevenire, così, alcune malattie come la Sindrome dell’Acquario Nuovo causata appunto dai parametri idrici sbilanciati.

In questo articolo ti spiegheremo come rendere l’acquario un ambiente salutare per il tuo pesciolino.

Cosa ti serve

Innanzitutto ti servirà un acquario di giuste proporzioni con una base, un filtro e alcune decorazioni dietro alle quali potrà nascondersi all’inizio il tuo timido e spaventato pesciolino. L’acquario dovrà essere riempito fino all’orlo con acqua già sottoposta al trattamento anti-cloro.

Ti servirà anche una fonte di ammoniaca per dare inizio al processo di regolarizzazione reperibile delle escrezioni dei pesci, materiale deteriorato (cibo per pesci o piante) o direttamente da una bottiglia (chiamata cloruro di ammoniaca, reperibile nei negozi con accessori per la pulizia).

Ti servirà anche un kit di collaudo per verificare i progressi del ciclo e sapere quando puoi inserire il tuo pesciolino. Infine avrai bisogno di una sorgente di batteri benefici per iniziare la colonia.

Dare il via al ciclo

Una volta che hai tutto, devi azionare il filtro. Per giungere al totale completamento, il filtro dev’essere costantemente attivo. Come fonte di ammoniaca, molte persone acquistano nei negozi di animali il cosiddetto “Pesce esca” (un piccolo Pesce Rosso Cometa). Tuttavia molte persone hanno sollevato delle obiezioni circa questo procedimento giudicando crudele e troppo pericoloso sottoporre un pesciolino ad una situazione così pericolosa e introdurlo in un ambiente non ancora sicuro e preferiscono usare una sorgente liquida (inoltre il pesce esca può introdurre degli agenti patogeni nocivi i quali potrebbero causare varie malattie al tuo futuro pesciolino domestico).

Se hai optato per il pesce esca allora l’ammoniaca inizierà ad accumularsi non appena lo introdurrai nell’acquario. Se invece hai scelto di usare un composto chimico, dovrai inserirlo in un contenitore che lo verserà via gocce un po’ per volta. Accertati di tenere il composto lontano dalla portata dei bambini e ben etichettato. Quest’ultimo metodo ti permette di aumentare la temperatura (dai 30° ai 35° Celsius) in modo da accelerare il processo senza però friggere il povero pesciolino.

La durata del ciclo.

Mantenere l’acquario ben ossigenato è essenziale per agevolare l’accumulazione dei batteri benefici. Questo si può fare assicurandosi che il flusso del filtro avvenga ad una certa distanza dalla superficie dell’acqua, inoltre un aeratore può essere molto utile.

Prima di aggiungere la fonte di ammoniaca, dovrai “regolare” l’acquario inserendo dei batteri benefici reperibili o dal filtro un altro acquario già neutralizzato o acquistando una bottiglia in un negozio di animali. Dopo aver aspettato almeno un’ora, puoi aggiungere OGNI GIORNO una goccia di ammoniaca ogni 4,5L o introdurre il tuo “pesce ammoniaca” e in questo caso non dovrai aggiungere l’ammoniaca attraverso altri mezzi. Adesso penserai “se uso il pesce anziché il composto chimico dovrò fare meno cose, quindi evviva!”. Be’, ci dispiace dirtelo, ma in realtà non è così, in questo caso è necessario cambiare giornalmente almeno il 20% dell’acqua per evitare che il tuo pesciolino muoia e di fermare bruscamente il ciclo prima ancora che sia terminato, quindi il lavoro richiesto potrebbe essere maggiore!

Se stai usando il composto chimico, dopo alcuni giorni verifica il livello di ammoniaca quotidianamente. All’inizio probabilmente vedrai il puntatore indicare il livello massimo, ma non temere, è normale. Continua a verificarlo ogni giorno e controlla il livello del nitrito (elemento tossico per i pesci), potrebbe passare del tempo prima che appaia, ma non dimenticarsi di aggiungere l’ammoniaca! Dopo aver visto il livello di NitrIto, controlla il NitrATo (il Nitrito, dopo aver introdotto i batteri benefici si convertirà in Nitrato, ovvero una sostanza chimica non nociva per i pesciolini). Il livello di ammoniaca inizierà a calare non appena avrà raggiunto lo 0ppm (parte per milione).

Potresti continuare ad aggiungere l’ammoniaca anche dopo che ha raggiunto il livello 0ppm (per al massimo 8 settimane!!) fino all’introduzione del tuo pesciolino rosso. Se lo inserisci prima che il livello di ammoniaca raggiunga lo 0ppm metteresti a rischio la sua vita, quindi prima verifica il livello! Prima di introdurlo nell’acquario si consiglia di cambiare dal 50 al 90% dell’acqua e di non aggiungere un gran numero di pesciolini tutto in una volta o rischi di alzare nuovamente il livello di ammoniaca, uno alla volta è meglio! Dopo ciò, puoi cambiare l’acqua settimanalmente e aggiungere occasionalmente i batteri benefici per prevenire un aumento del livello dell’ammoniaca.

Adesso sai come regolare il ciclo idrico del tuo acquario! Spero che questo articolo sia stato utile.

Ti è piaciuto questo articolo? Votalo adesso:

(votato da 2 persone con una media di 4.5 su 5.0)

0 Commenti

Lascia un commento

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensi. Sentiti libero di inviare un commento e partecipare alla discussione!

Leave this field empty